TERAPIA DELLE VARICI ... Medica o chirurgica?

La terapia delle varici degli arti inferiori è essenzialmente chirurgica; la terapia medica, infatti,  è pressochè inefficace nella risoluzione della patologia varicosa.

Cosa è possibile ottenere oggi con la chirurgia delle varici?

Innanzi tutto evitare le più frequenti complicanze quali flebiti, tromboflebiti e lesioni cutanee degli arti inferiori; in secondo luogo  attenuare e spesso risolvere  tutti i disturbi legati alla stasi venosa; ed infine, ma non ultimo,  eliminare  un importante danno estetico,  non solo per le  donne ma anche per gli uomini.

Come viene eseguita?

In anestesia locale con breve ricovero in day hospital, con deambulazione pressochè immediata e ripresa delle proprie attività lavorative il giorno successivo all’intervento.

Una domanda spesso frequente: le varici ritornano?

La possibilità di recidive è tanto minore quanto più accurata sarà stata la procedura e specializzato l’operatore. Al di là delle capacità del chirurgo, che sarà sempre il paziente a giudicare, questo tipo di intervento è ormai quasi completamente affidato al chirurgo  vascolare, specializzato appunto  nella terapia chirurgia delle malattie vascolari.
Fondamentale a questo proposito è una corretta indicazione chirurgica, ovvero uno studio accurato, grazie alle moderne tecnologie,  della circolazione venosa  superficiale e  profonda.
E’ ovvio, comunque, che quanto più precocemente si interviene nel trattare la patologia varicosa, tanto migliori sono i risultati e minori le possibilità di recidive.

Fino a che età si possono operare le varici?

Da quando è stata introdotta l’anestesia locale, non esiste più un limite di età. Le condizioni generali del paziente e soprattutto le indicazioni chirurgiche stabiliranno  questo tipo d’intervento.

Rimangono cicatrici?

Oggi si tende ad eseguire una chirurgia mini-invasiva, sicuramente con lo scopo di una più rapida risoluzione e convalescenza, ma anche per ridurre al minimo il danno estetico, particolarmente importante nel sesso femminile, e oggi anche in quello maschile. A parte una piccola cicatrice in regione inguinale che guarisce completamente in 10 giorni, tutte le varici degli arti inferiori vengono eliminate con microincisioni invisibili che non lasciano alcun segno già dopo 7 giorni.

Dr. Francesco Artale - Specialista in Angiologia e Chirurgia Vascolare

 

Home Page